L’ostilità chiude il dialogo e alza barriere – Intervista a Rosy Russo

Non potevo desiderare dono migliore per la giornata internazionale della donna: Rosy Russo ha gentilmente risposto ad alcune mie domande sul suo progetto Parole O_Stili e il risultato è questa intervista ricca di spunti e riflessioni per ripensare al futuro della comunicazione.
I mezzi di cui disponiamo possono rappresentare una reale fonte di arricchimento personale e culturale e ci consentono di entrare in contatto diretto con professionisti aperti al confronto.

Il tempo è uno dei regali più belli che si possano ricevere: sono felice che Rosy abbia accettato di donarmi un po’ del suo. Continua a leggere

Tu vuo’ fa’ l’HR

In Italia il complesso settore professionale delle Risorse Umane è divenuto negli anni un carnaio, lo appuro quando sento che ancora tanti candidati si lamentano delle modalità con cui vengono condotti colloqui e selezioni.
Credo che alla base di un malcontento così diffuso ci sia la convinzione, assai radicata, che tutti possano ambire a lavorare sulle persone e con le persone. Secondo questa teoria malsana tutta italiana, l’improvvisazione è la chiave di volta per il futuro e può aprire molteplici porte: in fondo siamo tutti psicologi, siamo tutti un po’ creativi, siamo tutti un po’ il cugino bravo multitasking.
Che ce vo?  Continua a leggere

Anna Praderio parlerà, e sarà un giorno pieno di sole

Icona della mia infanzia, baluardo del giornalismo cinematografico italiano, la fatina dei denti da latte.
Tutto questo e infiniti altri mondi sono racchiusi in un solo nome: Anna Praderio, figura leggendaria e mitologica la cui voce era protagonista del rotocalco Ciak di qualche anno fa e che tuttora cura la rubrica di cinema del TG5. Continua a leggere

Ho scritto l’hashtag sulla sabbia

Oggi ho pensato a quanta strada facciamo in stato di semi incoscienza e a quanti traguardi invisibili scavalchiamo superando la paura del fiato corto.

Ci ho pensato gustando la bellezza dell’anonimato e dello storyomitting.
In una società liquida e liquefatta intrisa di storytelling, soprattutto personale, oggi ho pensato a cosa significhi amare e di-mostrare.
Il BrevePensiero Valentine’s edition è un inno agli apostrofi, ai punti interrogativi ed esclamativi.
Un invito alla condi-visione, cioè a condire una visione d’insieme senza fornire per forza i dettagli.
Continua a leggere

BreviPensieri #7: studio di fattibilità “idiot-check”

Quando scrivo su internet ci penso, comincio a mettere insieme le frasi, poi cancello, riscrivo.
A volte ci dormo su e cestino di nuovo.
Scrivere è un’attività sottovalutata che necessita di matita e gomma, di una copia di bella e una copia di brutta come quando a scuola si scrivevano i temi di italiano. Allo stesso modo, anche sul web ciò che scriviamo parla di noi.
La scrittura ha un suo preciso respiro, non ha affanni. 
Le parole sono importanti, sono la nostra faccia. Trattiamole con cura. Curiamone il tratto e il tono.
Buon lunedì!
Continua a leggere

Amici virtuali: come funziona se sei un professionista?

Da qualche tempo mi pongo una domanda che attiene all’ambito professionale e al web networking.
Rispetto alle richieste di collegamento su Facebook come dovrebbe comportarsi un professionista abbastanza noto (a livello locale o nazionale) che spesso divulga post pubblici dal profilo personale?
Continua a leggere