La sconfitta non è definitiva fino a quando non ti arrendi – Anna Rita Sidoti

Si chiama Una Storia Semplice ed è il film di Goffredo d’Onofrio e Giuseppe Garau sulla favola sportiva e umana di Anna Rita Sidoti.
Donna, moglie, mamma, amica, atleta, campionessa di marcia che ha raggiunto le più alte vette del mondo muovendo i suoi piccoli passi da un paesino della Sicilia.
Anna Rita ha rappresentato la perseveranza nello sport ma anche nella battaglia più grande: quella per la vita.
Ho chiesto a Giuseppe e Goffredo cosa li abbia spinti ad incrociare la propria vita con quella di Anna Rita Sidoti.
Il confronto è stato sorprendente e disarmante, come Anna Rita. Continua a leggere

Annunci

Fotografare è un vizio. Nutrirei di memoria ogni sguardo

“Son tentata di scattare in ogni momento, nutrirei di memoria ogni sguardo che la realtà mi regala e mi infligge.”
Con queste parole Carmela Lovero, fotografa cresciuta con i reportage di guerra e lo studio fotografico Acidicolori, comincia a parlarmi della sua visione lasciandosi ispirare da un bicchiere di rosato e da una frittura di mare. Continua a leggere

Amare lo sport. Amare se stessi

Cosa rappresenta lo sport per chi non riesce a farne a meno?
Ho lasciato la risposta a un atleta.
Continua a leggere

Avanti c’è un post. Mark Mc Candy dispensatore di buonumore

Voglio scriverti un articolo di carta, Mark.
Sì, uno di quelli che puoi sfogliare con le dita unte di olio extravergine di oliva mentre cuoci le zucchine cantando Sono una donna, non sono una santa.
Voglio scriverti un articolo di carta che tu possa declamare mentre scendi le scale tra un Ti lascerò di Fausto Leali e una canzone della Pavone.
Voglio scriverti un articolo di carta cercando di imitarti e sapendo che da te ho sempre tanto, troppo da imparare. Continua a leggere

Recommendation scritte come il libro Cuore? Edmondo cosa hai combinato!

Seguendo le orme di Raymond Queneau e dei suoi Esercizi di stile, propongo alcune delle modalità di scrittura di una recommendation (la segnalazione, spesso confusa con l’endorsement): un tipo di testo utilizzato nelle lettere di referenze (e anche su LinkedIn) per evidenziare le competenze professionali e tessere le lodi di qualcuno.
Immaginando che la segnalazione di una stessa persona possa essere scritta da persone diverse con scopi differenti, si può pensare al modo in cui la recommendation verrebbe scritta dall’amico del cuore, da un compagno di scuola media, da un genitore (di parte), da un collega, dal fidanzato, da un follower Instagram, da qualcuno che deve ricambiare un favore, da un poeta che vuole suscitare commozione nelle aziende, da un anonimo che scrive citazioni da cioccolatino.
Divertitevi a immaginare con me come cambierebbe una recommendation a seconda di chi la scrive.

Un bravo recruiter non cataloga le Persone. Intervista a Osvaldo Danzi

Lo spazio dedicato alle interviste nasce con l’obiettivo di approfondire vari argomenti attraverso la voce degli esperti.
Io e Osvaldo Danzi, recruiter, fondatore della community FiordiRisorse e editore di SenzaFiltro, ci siamo confrontati in una piacevole chiacchierata approfondendo il tema delle Umane Risorse.
Ecco il risultato del nostro confronto. Continua a leggere

L’ostilità chiude il dialogo. Intervista a Rosy Russo di Parole O_Stili

Non potevo desiderare regalo migliore per la giornata internazionale della donna: Rosy Russo ha risposto ad alcune mie domande sul progetto Parole O_Stili e il risultato è questa intervista per riflettere sul futuro della comunicazione.
Sono felice che Rosy abbia accettato di donarmi un po’ del suo tempo per riflettere insieme. Continua a leggere