BreviPensieri #6: 1969, 42 minuti

Il 30 gennaio 1969, sul tetto della Apple Records, i Beatles si esibirono insieme per l’ultima volta.
42 minuti indimenticabili ai quali oggi
voglio dedicare il BrevePensiero del lunedì.

❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖  ❖ ❖ ❖  ❖ ❖ ❖ ❖ ❖ ❖

I Beatles sono il primo battito cardiaco accelerato a ritmo di musica, il primo approccio con una lingua straniera, la prima pelle d’oca, le prime parole canticchiate a memoria, la prima puntina che vedi posare su un vinile e saltarci su in alcuni punti per usura del disco, la prima percezione di quanto sia grande il globo terrestre e di quanti siamo a starci dentro.

Quando sei bambina pensi che queste siano cose da grandi.
Quando però cresci, il battito accelerato resta ogni volta che senti la prima nota di ogni loro canzone e ricordi già quale sarà la nota che verrà dopo, e le successive alla seconda.

I Beatles non sono il lontano ricordo di un periodo felice che non tornerà più.
Non sono il vessillo di un’unica generazione di nostalgici, e neanche una ragione buona per rimpiangere il passato o lamentarci della musica che si ascolta ora in radio.

Sono invece la certezza che si possa raggiungere una perfezione destinata a essere patrimonio perenne di ogni epoca.
Una perfezione in grado di superare i limiti di spazio e tempo che ci imponiamo.

Laura Ressa

Licenza Creative Commons
frasivolanti di frasivolanti.wordpress.com/ è distribuito con Licenza Creative Commons Attribuzione – Non commerciale – Non opere derivate 4.0 Internazionale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...